A MORTE LE MINORANZE STORICHE

 

----- Original Message -----
From: Alleanza Libera Europea - Partito Democratico Popoli Europei
Sent: Thursday, March 07, 2002 11:20 PM
Subject: Lingue: la notte della Repubblica - SCRIVIAMO AI GIORNALI


LINGUE: INIZIA LA NOTTE DELLA REPUBBLICA
LA COMMISSIONE AFFARI COSTITUZIONALI
APPROVA L'ITALIANO LINGUA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA

La Commissione Affari Costituzionali della Camera, ha approvato la proposta
di Alleanza Nazionale e dell'on. Boato (Verdi) di costituzionalizzazione
dell'italiano come unica lingua ufficiale della Repubblica.Unici contrari
sono stati il gruppo delle Minoranze Linguistiche (Union Valdotaine, SVP,
Ladins) e la Lega Nord. Tutti gli altri, da AN a Rifondazione Comunista,
uniti nel nome di un neonazionalismo ed autarchismo costituzionale che fa a
pugni con la Carta Europea delle Lingue Regionali e Minoritarie e con il
rispetto Costituzionale delle Minoranze e delle Autonomie Locali. Se questa
legge andrà in porto così come è stata approva in Commissione Affari
Costituzionali, l'Italia sarà il secondo paese in Europa insieme alla
Francia ad inserire la lingua maggioritaria in Costituzione discriminando di
fatto le lingue meno parlate (la Francia è l'unico paese europeo che non
tutela le sue lingue regionali e minoritarie). Respinti, anche emendamenti
che secondo il principio federalista, riconoscendo l'italiano come lingua
ufficiale, al tempo stesso riconoscevano in ogni Regione
o Provincia Autonoma le lingue tutelate e riconosciute da queste istituzioni
democraticamente elette.
Se passa così com'è questa legge costituzionale, tutte le minoranze tutelate
secondo la legge ordinaria (non costituzionale) del 1999, saranno sotto la
mannaia di giudici pronti a recepire esposti di esponenti nazionalisti
italiani (ricordiamo a tutti che il nazionalismo italiano ha dato vita al
fascismo e che queste norme erano attuali ai tempi di Benito Mussolini).

DEDICHIAMO 5 MINUTI DEL NOSTRO TEMPO PER SCRIVERE
(copiando questi indirizzi sottostanti ed inserendoli in BCC: lista coperta)

AI GIORNALI A FAVORE DELLE NOSTRE LINGUE CHE SARANNO DISCRIMINATE IN NOME DI
UN NAZIONALISMO-STATALISTA CHE FA TORNARE LO STATO ITALIANO
AI TEMPI DEL FASCISMO DI MUSSOLINI

E' UNA BATTAGLIA DI DEMOCRAZIA E LIBERTA' !

Abbiamo firmato già in più di 300 persone questa petizione, Prodi presidente
della Commissione Europea, si è dimostrato perplesso su questa norma
parlando con eurodeputati dell'ALE
( notizia che è stata censurata come in un regime )

CI VOGLIONO TAGLIARE LA LINGUA ? INIZIAMO A FARCI SENTIRE !

Ecco una prima lista di indirizzi da copiare in BCC (casella invio che copre
gli indirizzi degli altri destinatari) dove inviare le vostre lettere di
protesta contro questi parlamentari autoritari che non rispettano le
diversità linguistiche e culturali.

MA INVIATE LETTERE APARTITICHE, NON CONTRO L'ITALIANO, MA CHE PARLANO DELLE
NOSTRE LINGUE E CULTURE CHE VOGLIONO UCCIDERE DI FATTO PER LEGGE!

redazione@amicodelpopolo.it, redazione@ilnuovo.it, press@vip.it,
news@radioradicale.it, staff@radioradicale.it, filodiretto@radioradicale.it,
giornale@telenordest.it, redazione@eco.bg.it, lettere@larena.it,
redazione@ilgiornaledivicenza.it, zapping@rai.it,
lettere@ilgiornaledivicenza.it, mattino@mattinopadova.it,
lettere@lanuovasardegna.it, attualita.ss@lanuovasardegna.it,
redazioneweb@unionesarda.it, lanuovasardegna@lanuovasardegna.it,
nissa@unionesarda.it, tg3veneto@rai.it, lettere.re@gazzettadireggio.it,
lettere.mn@gazzettadimantova.it, lettere.mo@gazzettadimodena.it,
tribunatv@tribunatreviso.it, direttore@laprovinciapavese.it,
cronacapavia@laprovinciapavese.it, nuova@nuovavenezia.it,
venezia@gazzettino.it, udine@gazzettino.it, trento@altoadige.it,
bolzano@altoadige.it, caporedcentr@altoadige.it, belluno@corrierealpi.it,
redazione@messaggeroveneto.it, attualita@ilpiccolo.it, info@emilianet.it,
lettere.fe@lanuovaferrara.it, mondolibero@hi-net.it,
redazione@lasentinella.it, direttore@lasentinella.it, redazione@vita.it,
redazione@lacittadisalerno.it, segreteria@lasicilia.it, segreteria@ngweb.it,
 rubrica.lettere@repubblica.it, vzucconi@aol.com,
larepubblica@repubblica.it, lettere@lastampa.it, aosta@lastampa.it,
cuneo@lastampa.it, info@ilsecoloxix.it, redazione@ilsecoloxix.it,
redazione@ilmanifesto.it, city@rcs.it, politica@gazzettino.it

W LA LIBERTA'!

ALLEANZA LIBERA EUROPEA-PARTITO DEMOCRATICO POPOLI EUROPEI

sez. Sardegna, Friuli, Veneto, Emilia, Romagna, Sicilia, Occitania, Sud
Tirol, Minoranza etnica Slovena
www.efa-dppe.org
------------------------------------------
P.S. Questo non è spam: In base all'Articolo 10 del Decreto Legislativo 22
Maggio 1999 non è considerato spam in quanto questo messaggio NON comporta
offerte o pubblicità commerciali o promozionali. Nostra intenzione è solo
informare di una iniziativa sociale, culturale o politica di interesse
generale. Chi non desiderasse ricevere le nostre sporadiche comunicazioni,
non ha che da scrivercelo con un replay al nostro messaggio, contrassegnato
da un numero di lista, inserendo 'cancella', e sarà cancellato dalla rubrica
i cui indirizzi sono frutto di adesioni, o segnalazioni di utenti di loro
conoscenti e amici segnalatici come interessati. Stampa media e informazione
sono attinti anche dagli specifici annuari oltre che direttamernte dagli
stessi giornali.

Udine, 13 marzo 2002